Nasce il Comitato di gestione della “Riserva Naturale Regionale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito”

•gennaio 24, 2011 • 1 commento

Si è costituito il Comitato di gestione della “Riserva naturale del monte San Vicino e del monte Canfaito”, la cui sede operativa è a San Severino presso la sede della Comunità montana. I membri hanno scelto una linea “istituzionale”, mettendo così al riparo il nuovo organismo da tensioni ed esiti delle prossime elezioni amministrative. E’ stato infatti nominato presidente Gianluca Chiappa, il quale – come noto – guida attualmente anche l’ente nato dalla fusione della Comunità montana delle alte valli del Potenza ed Esino e di quella del San Vicino. Suo vice sarà Domenico Gallo, rappresentante delle associazioni degli agricoltori. Fanno parte del Comitato di indirizzo Alessandro Curzi (rappresentante della Regione), Luca Addei (Provincia di Macerata), Settimio Novelli (sindaco di Apiro), Sante Petrocchi (vice sindaco di San Severino), Paolo Sparvoli (sindaco di Matelica), Gian Fabio Giorgioni (sindaco di Gagliole), Luca Maria Cristini (rappresentante delle associazioni ambientaliste) e Giulio Pantanetti (presidente dell’Anpi provinciale). Per la sede didattica della riserva è stata individuata l’ex scuola di Frontale. Fra i primi punti in scaletta ci sono l’attivazione di un tavolo di confronto con gli agricoltori, il problema dell’abbazia di Roti, l’allargamento del perimetro, la creazione del Museo della resistenza e progetti di complessiva valorizzazione della riserva. “L’antica abbazia di Roti, a Matelica, non può essere abbandonata – spiega il presidente Gianluca Chiappa – e servono fondi per un suo recupero. Si tratta di un grosso impegno finanziario, perché non vi è stato mai fatto alcun investimento in passato. Confidiamo di reperire risorse attraverso i canali europei. Abbiamo poi già valutato l’idea di allargare i confini della riserva per includervi anche l’abitato di Elcito, nel territorio di San Severino, e puntiamo a una planimetria certa per evitare contenziosi o disagi. Ci sta aiutando la Forestale con maggiori controlli e interventi. Infine, stiamo lavorando assieme all’Anpi per creare un museo che mantenga viva la memoria su quanto accadde in questo territorio durante il periodo della resistenza. L’obiettivo è valorizzare natura, cultura e storia locale, armonizzandole in un’ottica di sviluppo dell’area a fini turistici e salvaguardia ambientale”.

Annunci

Auguri di Buone Feste

•gennaio 2, 2011 • Lascia un commento

CONVEGNO “GLI HABITAT FORESTALI DELLE MARCHE” – LA RISERVA DEL MONTE SAN VICINO E CANFAITO”

•novembre 9, 2010 • Lascia un commento

Venerdì 12 Novembre prossimo si terrà a Matelica il I° Convegno sugli Habitat forestali delle Marche – La Riserva del Monte San Vicino e Monte Canfaito.

Un momento importante per riflettere sull’importanza strategica di questa nuova area protetta delle Marche.

Un piano di recupero per le località di Canfaito ed Elcito

•agosto 5, 2010 • Lascia un commento

Il pianoro di Canfaito potrà tranquillamente essere ancora utilizzato per organizzare scampagnate e pic-nic e per effettuare passeggiate all’area aperta. Unica restrizione l’invito, rivolto agli automobilisti dalla Comunità montana – che è il nuovo ente gestore dell’area -, a non sostare in maniera selvaggia ma a rispettare la delimitazioni di appositi spazi parcheggio. Le strade che portano al pianoro, com’è avvenuto fino ad oggi, essendo vicinali di uso pubblico, continueranno invece ad essere totalmente aperte alla circolazione dei mezzi. A ribadirlo sono stati il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, il presidente dell’ente comunitario, Gianluca Chiappa, il responsabile dell’Istituto per il sostentamento del clero dell’Arcidiocesi di Camerino – San Severino Marche, don Gian Carlo Pesciotti, che questa mattina hanno preso parte ad un summit presso la stessa Comunità montana settempedana svoltosi alla presenza, fra gli altri, della dirigente regionale per le Aree Protette, Silvia Catalino, del collega Carlo Morbidoni, dell’assessore comunale Alessandra Aronne, del comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Giuseppe Bordoni, di quello della locale stazione, Maurizio Simoncini, del comandante della Polizia Municipale, Sinobaldo Capaldi, e del maresciallo Francesco Losurdo in rappresentanza del comando stazione dei Carabinieri.

A margine dell’incontro il primo cittadino Martini ha presentato anche un progetto di recupero, che sarà discusso nel corso di questa settimana presso il Gal, il Gruppo di Azione Locale, sul recupero della zona di Canfaito dove, dal dicembre del 2009, è stata istituita la Riserva naturale regionale del monte San Vicino.

“Insieme a Canfaito – sottolinea il sindaco di San Severino Marche – sarà recuperata anche la località di Elcito, selezionato come uno dei dieci casi studio oggetto di un particolare approfondimento conoscitivo e di una progettazione urbanistica propedeutica ad uno studio di fattibilità per un intervento complesso di riuso e valorizzazione, in considerazione delle valenze storico ed ambientali e delle connesse potenzialità di valorizzazione. La destinazione prevista attiene ad attività turistiche connesse proprio alla fruizione dell’ambiente montano del San Vicino e di Canfaito, con particolare riferimento alla riserva naturale regionale appena istituita. L’intervento, in concreto, prevede la riqualificazione e rifunzionalizzazione degli spazi pubblici: sistemazione della rete idrica, fognaria e di adduzione e distribuzione dell’energia elettrica, pubblica illuminazione, realizzazione di pavimentazioni stradali all’interno del borgo storico di Elcito e realizzazione di aree parcheggio. Si prevede inoltre – conclude Martini – la sistemazione di alcuni spazi da destinare a ricettività turistica e servizi complementari di informazione ed accoglienza”.

(Fonte: Cronache Maceratesi-La tua provincia in rete)

AUGURI DON NAZZARENO

•luglio 15, 2010 • Lascia un commento

Auguri vivissimi al parroco d. Nazzareno Binanti da parte di tutti gli Amici del Monte San vicino in occasione del 50° anniversario della sua ordinazione sacerdotale.

Non scherzate col fuoco: rispetto e tutela le parole d’ordine

•luglio 13, 2010 • Lascia un commento

Per il secondo anno consecutivo  l’Associazione Amici del San Vicino ha partecipato all’iniziativa  “Non scherzate col Fuoco”  svoltasi domenica 11 luglio nel territorio del Monte San Vicino.

La manifestazione è stata promossa  dal Circolo Legambiente “Valle dell’Acquarella”  con la collaborazione, quest’anno, del Gruppo Scout Agesci di Cerreto d’Esi.

Si è trattato di una manifestazione volta a sensibilizzare le coscienze al rispetto e alla tutela dell’ambiente con particolare riferimento agli incendi del bosco.

Parte dei partecipanti, provenienti da Matelica e Cerreto d’Esi, si è ritrovata nelle prime ore del giorno sui Prati Alti del San Vicino, entrati dal mese di Dicembre 2009, nella Riserva Regionale, e da qui con un’escursione guidata è scesa a Pian dell’Elmo.

L’iniziativa è proseguita con l’ esposizione al pubblico degli elaborati degli alunni delle scuole primarie di Matelica e Ostra realizzati a seguito di escursioni guidate sul San Vicino nei mesi scorsi.

I volontari divisi in gruppi hanno poi proseguito con la pulizia dei boschi intorno a Pian dell’Elmo raccogliendo ogni tipo di rifiuto.

Quest’anno la raccolta è stata  piuttosto “pesante” poiché grazie al contributo di un mulo e un cavallo (ringraziamo il maneggio il Gaucho) si sono prelevati dai boschi un forno da cucina e una scaffalatura in metallo abbandonati da decenni, il tutto per la gioia dei più piccoli che si sono avvicendati sul cavallo fino al centro di raccolta dei rifiuti.

A tanto lavoro ha fatto seguito una consistente e gradita merenda a base di formaggi, salumi e tanti dolci offerti dagli Amici del San Vicino.

Stanchi ma soddisfatti intendiamo ripetere la iniziativa e ci auspichiamo che grazie anche a tali manifestazioni cresca la sensibilità e l’educazione per il patrimonio naturale che e proprio perché è di tutti, va da tutti conservato, rispettato ed accudito.

Con la speranza che i sacchi il prossimo anno siano molti di meno!

66° ANNIVERSARIO ECCIDI DI CHIGIANO E VALDIOLA. DOMENICA 4 LUGLIO COMMEMORAZIONE ALLA PRESENZA DELL’ARCIVESCOVO E DELL’ON. GIACCO

•luglio 1, 2010 • Lascia un commento

Domenica 4 luglio la Città di San Severino Marche ricorderà il 66esimo anniversario degli eccidi di Chigiano e Valdiola con una cerimonia ufficiale organizzata dal Comune e dalla sezione “Salvatore Valerio” dell’Anpi, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Questo il programma:

alle ore 16,30 concentrazione delle rappresentanze presso il ponte di Chigiano. Seguirà una santa messa celebrata dall’arcivescovo di Camerino – San Severino Marche, monsignor Francesco Giovanni Brugnaro. Alle ore 17 intervento dell’onorevole Luigi Giacco su: “La Costituzione italiana, un patrimonio da difendere”. Alle ore 17,30 merenda sui prati. La manifestazione rientra nell’ambito delle iniziative dell’Anpi provinciale “La Costituzione siamo noi: adotta un articolo” e vedrà celebrare anche il 62esimo anniversario della Carta fondamentale dei diritti dell’uomo e del cittadino.